Informativa e consenso per l'uso dei cookie

Accetto Il nostro sito salva piccoli pezzi di informazioni (cookie) sul dispositivo, al fine di fornire contenuti migliori e per scopi statistici. È possibile disattivare l'utilizzo di cookies modificando le impostazioni del tuo browser. Continuando la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

— La natura intima della materia. Perlux cod. 8300 —

Exhibition

AMY D arte spazio

Via Lovanio 6, 20121 Milano

From Ott. 19, 2017
to Nov. 10, 2017


OPENING

19

Ott. 19, 2017
6:30 p.m. - 9 p.m.



ABOUT

Materia ed energia sono trasformabili una nell’altra.
Ogni materiale od oggetto può essere impiegato nella creazione di un’opera d’arte, ma ciò che realmente conta, in fondo, è il modo in cui viene inserito in essa dalla mente dell’artista: il processo creativo.
Dopotutto, abbiamo a che fare con l’arte contemporanea, con l’arte del materiale al servizio del concetto. L’obbligo di esposizione che consegna tutto alla visibilità porta l’aura, come “apparizione di una distanza”, a sparire completamente. Il valore di esposizione si fonda unicamente sul fatto di produrre interesse.
“La società esposta è una società pornografica. Tutto è rivolto all’esterno, svelato, denudato, svestito ed esposto. L’eccesso di esposizione fa di ogni cosa un prodotto, che è votato, nudo, senza segreto, al divoramento immediato […] L’imperativo dell’esposizione conduce a un’assolutizzazione del visibile e dell’esteriore. L’invisibile non esiste, perché non produce alcun valore di esposizione, alcun interesse”. Byung-Chul Han, "La società della trasparenza"